camouflage cicatrici

Pre e post dermopigmentazione e camouflage estetico su esiti cicatriziali post chirurgica plastica ricostruttiva, Nicoletta Ricci.

La dermopigmentazione ricostruttiva puo' essere applicata con successo in seguito traumi o lesioni causate da incidenti. 

Ho conosciuto questa signora in occasione di una consulenza preliminare nel mio studio: si trattava di capire se, con una dermopigmentazione e un camouflage, si potessero migliorare gli esiti cicatriziali di un intervento di chirurgia plastica ricostruttiva, cui si sottopose in seguito ad un uncidente stradale che le aveva deturpato la zona temporale, causandole anche la perdita permanente di una parte dell'arco sopracciliare. All'epoca dell'incidente, la paziente aveva solamente diciannove anni, quindi potete immaginare a quale trauma sia andata incontro una ragazza nel fiore degli anni.
Dopo anni di sofferenze, e di inutili tentativi di correggere questo inestetismo con trucchi di vario genere, si è decisa a tentare l'unica via rimasta, la dermopigmentazione.
Dopo una lunga chiacchierata in studio, in cui le ho chiarito tutti gli aspetti favorevoli e tutti i limiti di questa tecnica, decidiamo di procedere.

La zona da trattare era stata ricostruita chirurgicamente, con un lembo di pelle prelevata da una gamba.

Dopo aver effettuato un test per verificare la permanenza del pigmento nel derma, ho eseguito il lavoro dopo circa un mese, cercando di riprodurre il suo arco sopracciliare con tecnica a pelo.

Con le immagini del pre e post trattamento vediamo il lavoro eseguito.

Il risultato, perfezionato dalla stesura di un camouflage estetico, per rendere omogeneo il colore della cicatrice rispetto alla pelle circostante, ha entusiasmato la signora, che, commossa, mi ha ringraziata per averle ridato il suo aspetto di quando era ragazza.